Clurican
             
   

S. Samuele martire
Menu
rubriche
mercatino online  
   
 

TORNA INDIETRO

 
 

Una misurazione relativa: il Decibel

Il decibel è l'unità di misura convenzionale con la quale in acustica si indica il livello di un fenomeno acustico. Infatti non si potrebbe misurare il suono in W, W/m quadrato, in Pa in funzione rispettivamente della potenza, dell'intensità, della pressione acustica, l'escursione tra il valore minimo e il valore massimo raggiungibile, non renderebbe facilmente comprensibile detto fenomeno. Se per esempio consideriamo la variazione della pressione sonora, riscontriamo come essa varia entro un intervallo compreso fra 20 microPa, soglia d'udibilità, a 63,2 Pa, soglia del dolore, con un'escursione avente il valore di 10 6. Per ridurre questo intervallo, si è pensato di adottare misurazioni di tipo relativo anziché di tipo assoluto come sono le precedenti, prendendo a riferimento il minimo valore udibile e partendo da esso per compiere le misurazioni.

Nelle esperienze effettuate si è poi scoperto come la relazione che lega la sensazione sonora al fenomeno che l'ha generata sia di tipo esponenziale e non lineare. Per cui si è riscontrato che raddoppiando la pressione emessa da una sorgente, non segue un raddoppio della sensazione sonora, ma al contrario si avrà un aumento maggiore. Da queste considerazioni, nasce una misurazione di tipo logaritmico: il decibel (indicativamente, ad un aumento dell'intensità sonora di 3 decibel corrisponde circa un raddoppio della percezione soggettiva del rumore).

 

Il decibel (dB) è definito come: 10 * log10P/P0

dove P è la misura in Pa della pressione sonora e P0 è il livello standard di riferimento, cioè il livello minimo di udibilità stabilito in 20 micro pascal, essendo questo il più piccolo valore di pressione in grado di produrre una sensazione sonora in un orecchio normale (prescindendo per il momento dalla dipendenza di tale sensazione dalla frequenza). Il valore 0 di questa scala deve quindi essere definito con una convenzione consistente nel fissare un valore di riferimento a cui far corrispondere lo zero e a cui rapportare i valori delle grandezze in esame.

E' bene quindi sottolineare che il dB non è una unità di misura, ma un modo di esprimere una certa misura: esso è adimensionale.

Ora molti lettori che sono un pò a digiuno sull'argomento leggendo queste righe avranno le idee un po confuse, vediamo di chiarire
intanto come si interpretano quelle famose etichette dove leggiamo che il nostro apparecchio audio ha 100 db, (100 è un numero fittizzio)
partiamo dicendo che un singolo altoparlante raddoppia di intensità (+3 db) ad ogni raddoppio in watt, il nostro impianto stereo
avrà 100 db ad un metro di distanza, guardiamo l'esempio sottostante

Esempio:
100 DB AD UN METRO 100 DB

AD 2 METRI 94 DB
AD 4 METRI 88 DB
AD 8 METRI 82 DB
AD 16METRI 76 DB
AD 32 METRI 70 DB
AD 64 METRI 64 DB
AD 128 METRI 58 DB

 

 

 

 
 

Ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001 il presente sito non costituisce testata giornalistica
Clurican.com non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità dello Staff
Clurican.com non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile dei loro contenuti.
Vietata la riproduzione anche parziale delle immagini
All Rights Reserved © 2017

Privacy policy